Skip to content

Primavera, processioni e parate

Dimmi che ti mancano le folle senza dirlo”

Difficile farlo, soprattutto ora che per il secondo anno consecutivo non sono qui a lavorare sui reportage annuali al Comicon e alla festa della Madonna delle Galline.

Ma facciamo un passo, indietro, è inutile rimuginarci su.

Maggio si’ ttu…

Tradizione vuole che questo periodo sia la quiete prima della tempesta di cerimonie (dai battesimi ai matrimoni), un materasso di tempo utile a dedicarsi a tutte le altre passioni fotografiche esterne a quelle lavorative.

Facendo mente locale, tra le tante, ce ne sono un paio che effettivamente si collocano, per un motivo o per un altro, proprio in queste due settimane all’ inizio di Maggio e sono la passione per i fumetti e quello per feste popolari

E cos’hanno a che fare con la fotografia?

E se vi dicessi che in entrambi i casi, possono diventare teatri vivacissimi di Street Photography?

Pagani

No, non è la casa automobilistica costruttrice di Supercar Italo-Spagnola, ma il nome di un piccolo paese a confine tra Salerno e Napoli dove è ancora presente una forte tradizione popolare, folkloristica e spirituale legata principalmente all’ agricoltura rurale in pieno Agro Nocerino-Sarnese.

Il nome potrebbe risalire alla dominazione Saracena attorno al IX secolo o al nome latino “Pagus” che indicava un territorio centrato sui luoghi di culto pagani (appunto) e ben si sposa su come i riti locali si sono evoluti fino ad i giorni nostri, soprattutto nella sentitissima e curiosa celebrazione “della Madonna delle Galline

Sì, avete sentito bene, una Madonna a protezione dei più modesti tra i volatili e che trova le sue origini in un antico evento di inizio XVII secolo e che è celebrato ancora oggi secondo gli antichi riti

72 ore sul tamburo

la festa inizia il Giovedì in Albis con la benedizione delle Tammorre (tamburi di legno a mano, con o senza cimbali) e termina il Lunedì seguente con la deposizione delle stesse ai piedi del quadro ligneo che fu all’ origine della tradizione.


Nel mentre, ovviamente ci sono 3 giorni di festeggiamenti, processioni, tammurriate e canti popolari per tutte le strade ed i tradizionali Toselli in cui le famiglie stesse mettono a disposizione braci, tavole, tagliolini e vino per tutti i turisti, affezionati e visitatori della festa.

Per tre giorni, fino alla domenica (giorno della processione della statua della Madre del Carmelo e delle Galline) si balla, si suona e si fa festa senza tregua, dal tramonto all’ alba così com’era usanza durante le festività ed i riti pagani che dall’ antica grecia sono arrivati a noi.

Insomma, potete vedere con i vostri occhi.
Se da sempre folla e movimento sono elementi imprescindibili dalla Street Photography, in quei giorni Pagani sarà il vostro paradiso!

Sacro e… Profano?

Se le feste popolari ed il folklore non sono esattamente la vostra tazza di the, allora, come anticipato già prima poco più sopra in questo post, c’è sempre la più grande convention di fumetto e nuovi media d’ Italia (insieme al Lucca Comics & Games) che può farvi immergere per 4 giorni in un mondo coloratissimo di eventi, concerti, conferenze, mostre, sfilate, incontri, autografi, supereroi, cosplayer e tantissime altre cose che davvero non avrei lo spazio di elencare qui.

Sto parlando del Comicon, la convention internazionale Napoletana che da 22 anni racconta lo splendore della cultura pop, cinematografica e fumettistica a 360° nella cornice che fu prima di Castel Sant’ Elmo e poi della struttura della Mostra d’ Oltremare.

Magari vi starete chiedendo cosa c’entri la Street Photography ad evento del genere e di nuovo non posso fare altro che dirvi: provare per credere!

Fotoamatori… UNITI!

Quando sarete immersi nelle fiumane che vanno da un padiglione all’ altro o nelle arene dei combattimenti scenici o, ancora, di fronte ai palchi dei concerti a tema, allora non potrete non perdere la testa (e gran parte della giornata) a fotografare un Barrett Wallace di passaggio, un Roy Batty sul palco o una Kerrigan che vi urta con le zampe!

Tutto questo in continuo movimento…

E senza contare gli ospiti famosi!

E questo è solo l’ inizio

“Il terzo atto è bello e devi vederlo” recitava in napoletano una nota sceneggiata, ma in effetti, questo è solo l’ inizio di questo mese mar(z)iano che prosegue con la Madonna dei Bagni e gli eventi del maggio dei monumenti.

…ma per ora possiamo solo aspettare

aspettare e lavorare i nostri vecchi scatti in attesa del lavoro “vero”.

Insomma, passare da una folla ad un’ altra…
…Ve l’ avevo detto, no?

Show replies

Join the discussion

2 comments on “Primavera, processioni e parate”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *